B Femminile. Antonianum 58 - Mercede Alghero 66 Stampa
Scritto da Max   
Domenica 22 Dicembre 2019 07:40

 

Argiolas

Il capitano, Sofia Argiolas


La Mercede Alghero, trascinata da una strepitosa Kaleva, ha vinto al PalAntonianum col punteggio di 58 a 66 al termine di un match combattuto ed avvincente. La squadra di Monticelli ha approcciato bene la partita allungando nella prima frazione di gioco (15-22 al 10') per poi raggiungere il massimo vantaggio all'inizio del secondo semitempo (+13; 17-30). Le biancoazzurre hanno reagito con determinazione ed orgoglio e punto dopo punto hanno ridotto lo svantaggio (28-32 al 20'; 39-41 a fine terzo quarto) rientrando completamente in gara. Nell'ultima frazione di gioco a spostare l'ago della bilancia a favore delle ospiti ci sono state le due triple di Canu in momenti decisivi che hanno chiuso ogni possibilità di rimonta ad Argiolas e compagne. Top-scorer del match la già citata Kaleva che ha imperversato sotto le plance  (23 punti in totale per lei). In evidenza per la Mercede Alghero anche l'ex-biancoazzurra Spiga (9 punti ed una buona gara in fase di regia) e Canu che ha chiuso la partita con un bottino in doppia cifra (14) mettendo sopratutto la firma in due triple pesanti nel corso dell'ultima frazione di gioco. In casa Antonianum da registrare i 16 punti di Schirru ed i 13 di Papalexis. Tutta la squadra comunque si è battuta con orgoglio e determinazione pagando forse un po' di stanchezza dopo le tante gare disputate a ritmi davvero molto elevati. Con questa sconfitta, la seconda interna, la squadra di Atella e Spolitu viene raggiunta al primo posto in classifica da Spirito Sportivo e Sant'Orsola Sassari a quota 22 punti. Decisivo per il primo posto nella  regular season l'ultimo incontro in casa dello Spirito Sportivo. La squadra di Tony Atella sinora ha vinto tutte le gare in trasferta.


Atella parte col quintetto Cerbone, Papalexis, Argiolas, Biella e Schirru mentre Monticelli si affida inizialmente a Spiga, Canu, Corbia, Zidda e Kaleva. L'Antonianum parte bene con Schirru (a segno in penetrazione) ma poco dopo la Mercede Alghero replica dall'arco con Corbia (2-3). Ancora un'entrata vincente per le locali con Papalexis ma sull'altro lato  la Mercede Alghero mostra di essere davvero in palla. Zidda, Spiga (jump-shot), Kaleva (dopo un rimbalzo offensivo) e Canu (contropiede) vanno a segno e producono un controbreak (0-8) per il primo vero allungo ospite (4-11). L'Antonianum soffe la zona algherese e fatica a costruire azioni efficaci. Sbaglia diverse conclusioni dall'arco e le uniche soluzioni le trova in contropiede dopo buone difese. In una di queste azioni Schirru va a segno realizzando anche l'and-one per il fallo subito (7-11). Sull'altro lato arriva la seconda tripla di Corbia per il nuovo +7 ospite (7-14). Grazie alla penetrazione di Papalexis e al primo centro dall'arco di Cerbone l'Antonianum si riporta a contatto in una fase in cui le ospiti muovono lo score unicamente dalla lunetta con Spiga (12-15). La squadra di Monticelli però non si concede pause e con Canu (1/2 dalla linea della carità),  Kaleva (rimbalzo offensivo trasformato a canestro) e Spiga (bel jump-shot in azione di arresto e tiro) ottiene il massimo vantaggio (+8; 12-20). L'azione da tre punti di Schirru (canestro ed aggiuntivo) lima il ritardo delle locali che però prima della sirena subiscono l'azione di forza di Kaleva che chiude il primo quarto sul punteggio di 15-22. Dopo il primo riposo breve l'Antonianum sbaglia ancora diverse conclusioni dall'arco e vede scappar via le ospiti. Una Kaleva scatenata insieme a Corbia e alla neoentrata Obinu va a segno con locali che replicano unicamente con la solita Schirru che realizza questa volta un piazzato dai 4 metri (17-30). E' questo il massimo vantaggio algherese (+13). Nel momento più delicato del match arrivano finalmente i centri dall'arco di cui aveva bisogno la squadra di Atella grazie a Beato e Cerbone. Punteggio che diventa 25-30 con la realizzazione di una vivacissima Aielli. Dopo la parziale replica di Kaleva (ennesimo rimbalzo offensivo tradotto a canestro) per l'Antonianum arriva prima della sirena di metà gara un altro centro davvero pesante dai 6.75. Questa volta è Deiana (dall'angolo) a far esplodere il PalAntonianum (28-32 al 20'). Al rientro dagli spogliatoi l'Antonianum da la sensazione di poter ribaltare le sorti del match. Fadda riporta ad un possesso le locali (30-32) ma le ragazze di Monticelli reagiscono immediatamente con la solita Kaleva (altri due centri  da sotto) e Canu (prima un'azione di fast break, poi una "bomba") con margine di nuovo ampio per le algheresi (+11; 30-41). Il finale di quarto è però del tutto favorevole alle biancoazzurre. Fadda, Papalexis (tripla) ed Aielli producono un break di 8-0 che riporta l'Antonianum ad un solo possesso di ritardo (39-41). Dopo l'ultimo mini-intervallo il match è ancora apertissimo. Apre il semitempo un centro dall'arco di Canu ma dall'altro lato è Beato a rispondere sempre dai 6.75 (42-44). Kaleva (dopo il solito rimbalzo offensivo) e Spiga (layup vincente con palla poggiata a tabellone) provano il nuovo allungo ma l'Antonanum non molla e va a segno con Schirru su splendido assist di Aielli (44-48). Le locali sbagliano il centro del -1 e subiscono in contropiede la realizzazione di Obinu e poco dopo l'azione da tre di Kaleva (canestro ed and-one), canestri che sembrano chiudere il match (44-53). Schirru e Aielli danno però nuova linfa vitale alle padrone di casa (48-53) che dopo il centro subìto dalla solita Kaleva vanno a realizzare un ottimo canestro con Biella che riporta a -5 le quartesi (50-55). Divario immutato dopo la "bomba" di Zidda e la risposta di Papalexis (canestro e libero aggiuntivo) per il 53-58 al 38'. La tripla di Canu diventa davvero pesantissima in questa fase con sigillo sul match messo da Spiga dalla lunetta (53-63). C'è ancora tempo per vedere i centri di Schirru e Papalexis da un lato e di Obinu e Zidda dall'altro per il definitivo 58 a 66.


Parziali:

15-22; 13-10; 11-9; 19-25.


Tabellino Antonianum:

Schirru 16, Beato 6, Fadda 6, Deiana 3, Aielli 6, Corda ne, Biella 2, Pinna, Papalexis 13, Argiolas, Cerbone 6, Lorusso ne. Allenatore: Tony Atella. Aiuto allenatore: Carla Spolitu.


Tabellino Mercede Alghero:

Kaleva 23, Spiga 9, Lubrano ne, Corbia 8, Zidda 7, Masnata ne, Canu 14, Usai, Monti ne, Milia, Obinu 5. Allenatore: Manuela Monticelli.

Roster, calendario e risultati

Ultimo aggiornamento Martedì 24 Dicembre 2019 18:03