C Silver. Antonianum 68 - Ferrini Quartu 83 (news) PDF Stampa E-mail
Scritto da Max   
Domenica 10 Novembre 2019 21:10

 

Un Antonianum su ottimi livelli, benché privo di un elemento fondamentale come Musiu, ha tenuto testa alla corazzata Ferrini per tre quarti gara cedendo solo nella frazione finale in cui il punteggio ha assunto proporzioni davvero immeritate per i locali. Entusiasmante il primo quarto dei biancoazzurri che hanno chiuso avanti 21-18 (massimo vantaggio +5, 14-9 al 6’) con secondo semitempo punto a punto prima del break ospite (35-46). Al rientro dagli spogliatoi l’Antonianum non si è dato per vinto ed è riuscito a rientrare in partita giungendo più volte sul -1 (47-48 al 24’ con un parziale favorevole di 12-2 e poi 53-54 al 28’ con la tripla del giovane Saddi). Samoggia però ha inanellato una serie vincente e col contributo di Elia (tripla in un momento decisivo) la Ferrini ha allungato nuovamente (55-62 al 30’). Nell’ultima frazione di gioco Samoggia ha continuato il suo show (alla fine 25 punti per lui, top-scorer del match) e per l’Antonianum non c’è stato più nulla da fare. Un’ottima prestazione nel complesso per i padroni di casa che hanno mostrato tanto carattere e buone soluzioni di gioco unitamente ad un grande sacrificio difensivo che ha limitato l’enorme potenziale ospite. Peccato per l’assenza di Musiu che con tutta probabilità avrebbe aggiunto molto all’equilibrio del match che ha comunque divertito il numerosissimo pubblico presente per questo derby della citta di Quartu.

 

Asunis, con Musiu ancora out, schiera lo starting five Ruggeri, Biggio, M. Locci, D. Locci, Paddeo mentre Grandesso si affida inizialmente a Graviano, Pilo, Putignano, Samoggia e Fois. Sblocca lo score Graviano con un’azione da tre punti (penetrazione ed and-one) con replica di Biggio su splendido assist di Polledo (2-3). Capitan Ruggeri mette a referto un perfetto arresto e tiro ma sono gli ospiti a rimettere la freccia con un jump-shot di Putignano (4-5). Ancora Ruggeri, davvero ispirato, riesce a penetrare nel pitturato avversario e a chiudere in layup e col libero di D. Locci l’Antonianum va sopra di due (7-5). Al pari di Pilo (entrata) replica nuovamente uno scatenato Ruggeri che trova l’ennesimo varco in penetrazione (9-7). Il vantaggio locale tocca poi il massimo per effetto dei due centri consecutivi di Pau (di cui uno dall’arco) a cui risponde unicamente Samoggia in bank-shot (+5; 14-9). Il pubblico capisce che l’esito dell’incontro sarà meno scontato delle previsioni. Ci vuole Putignano dai 6.75 per scuotere i suoi ma sull’altro lato del campo è D. Locci in coast-to-coast (azione di fast-break) a mantenere un doppio possesso di vantaggio per i biancoazzurri (16-12).  Il piazzato di Putignano e l’entrata di forza di Graviano riportano le squadre in parità (16-16). Il finale di quarto però vede i padroni di casa ancora protagonisti. D. Locci (tripla), Saddi (buon movimento nel pitturato chiuso in bank-shot) vanno a segno con repliche di Carrucciu dalla lunetta (21-18 al 10’). Dopo il primo riposo breve il match si fa ancora più intenso. Impatta Elia con una “bomba” e con il centro da sotto di Carrucciu gli ospiti vanno nuovamente avanti (21-23). La tripla di Pau rimette la freccia per i locali ma per la Ferrini risponde subito Pedrazzini (24-25). Si procede punto a punto. Ruggeri e D. Locci (2/2 dalla linea della carità), Astara e Paddeo riportano in vantaggio l’Antonianum in una fase in cui la Ferrini si affida al duo Pedrazzini-Samoggia (32-29). La “bomba” dello stesso Pedrazzini blocca il tentativo di fuga locale e con la serie di Samoggia e poi Dell’Orto (libero) i ragazzi di Grandesso ottengono il  loro massimo vantaggio per un break favorevole di 0-8 (32-37). Asunis chiama un time-out che da qualche beneficio ai locali con uno schema che porta al centro dall’arco di Pau (35-37). Prima di metà gara però gli ospiti scappano via. Graviano e Samoggia (anche una tripla per lui) scavano un solco tra le due formazione e alla sirena dei 20’ arriva anche il centro, dopo un coast-to-coast, di Melis che porta al massimo vantaggio Ferrini (+11; 35-46). Ci si aspetta la resa dei biancoazzurri che invece dopo l’intervallo rientrano motivatissimi. Ruggeri (quasi tripla con un piede che pizzica la linea dei tre punti), Polledo (assist di D. Locci), M. Locci e Biggio (contropiede su palla rubata e “bomba”) spingono i locali che si riportano ad una sola lunghezza in una fase in cui gli ospiti trovano la via del canestro con un jump-shot fortunoso (corretto da tabellone e ferro) di Putignano per un parziale di 12-2 a favore dei biancoazzurri (47-48). Dopo un nuovo allungo ospite targato Putignano e Graviano l’Antonianum si riporta ad un passo con D. Locci e con la tripla di Saddi che fa esplodere il PalAntonianum (-1; 53-54 al 28’). E’ però questo l’ultimo squillo dei padroni di casa. Si ergono a protagonisti Samoggia ed Elia (tripla pesantissima) con Antonianum che prova a ridurre leggermente il gap col jump-shot di M. Locci (-7; 55-62 al 30’).

Dopo l’ultimo riposo breve la squadra di Grandesso è brava a non far più rientrare in partita i biancoazzurri. Uno scatenato Samoggia non sbaglia più nulla (alla fine 25 punti il suo bottino) ed insieme a Melis, Pedrazzini, Graviano e Dall’Orto consente alla Ferrini di replicare sistematicamente a D. Locci, Ruggeri, Astara e Paddeo (68-80). Il match si chiude con la terza tripla di Elia per il definitivo 68-83. Un punteggio sin troppo pesante per Ruggeri e compagni che hanno dato davvero tutto in condizioni d’emergenza e al cospetto di una delle favorite del torneo.


Parziali:

21-18; 14-18; 20-16; 13-21.


Tabellino Antonianum:

M. Locci 5, Ruggeri 13, Polledo 2, D. Locci 18, Pau 11, Deliperi, Stocchino ne, Argiolas ne, Paddeo 3, Astara 4, Saddi 5, Biggio 7. Allenatore: Fabrizio Asunis. Aiuto allenatore: Manuel Puddu.


Tabellino Ferrini:

Dell'Orto 4, Graviano 9, Elia 9, Putignano 14, Pedrazzini 11, Pilo 2, Melis 5, Carrucciu 4, Samoggia 25, Fois. Allenatore: Simone Grandesso Silvestri.

 

Roster, calendario e risultati