C Silver. Porto Torres 75 - Antonianum 77 PDF Stampa E-mail
Scritto da Max   
Sabato 12 Ottobre 2019 19:40

 

Riscatto immediato per l’Antonianum dopo la sconfitta patita la settimana scorsa ad opera del Fotodinamico Sestu. La squadra di Asunis, seppur con qualche sofferenza finale, è riuscita ad espugnare il campo di Porto Torres con un canestro decisivo di Daniele Locci proprio negli istanti finali. I biancoazzurri dopo un primo quarto piuttosto equilibrato (20-21) hanno preso un buon vantaggio nella seconda frazione di gioco (37-46 a metà gara) per poi difendere il margine acquisito nel terzo periodo (50-61). Nell’ultimo semitempo i locali trascinati da Pompianu, Veccia e Pisano hanno recuperato punto su punto con punteggio che a pochi secondi dal termine era di perfetta parità (75-75). Una prodezza di Daniele Locci in penetrazione, proprio poco prima della sirena, ha deciso il match a favore dei quartesi che avevano bisogno di questa iniezione di fiducia. Oltre all’esordio di F. Musiu in maglia biancoazzurra importante il rientro di Biggio e la conferma di Deliperi che hanno dato una mano decisiva a Locci e compagni. Top scorer del match il giocatore del Porto Torres Pisano (ben 26 punti di bottino per lui) mentre per l’Antonianum in evidenza il già citato D. Locci (20 punti) con Biggio (16) e Pau (13) in doppia cifra.

 

Emanuele Rotondo, grande protagonista del basket isolano con la Dinamo Sassari, coach ora del Porto Torres è partito col quintetto Pompianu, Spano, Peragallo, Pisano, Veccia mentre sull’altro lato Fabrizio Asunis, privo di Polledo, Paddeo e Piano, ha iniziato il match affidandosi a Ruggeri, Biggio, M. Locci, Pau e D. Locci. Avvio della gara molto combattuto e in grande equilibrio. I locali mostrano un Veccia in grande spolvero ed insieme a Pisano (anche una tripla per lui), Spano e Peragallo mettono a referto una serie di centri a cui replicano D. Locci, Ruggeri, Pau e Biggio. Sul finale di quarto con i centri di M. Locci, Astara e D. Locci e la parziale replica di Tedde l’Antonianum riesce a tenere la testa seppur col minimo margine (20-21). Dopo il primo riposo breve la squadra di Asunis inizia a costruire il proprio tesoretto. Astara, Deliperi, D. Locci, il neoentrato Musiu e soprattutto Pau (anche una “bomba” per lui) vanno a realizzare con Porto Torres che in questa fase si affida ad uno scatenato Pisano (due triple per lui in questa fase) ben supportato da Petretto e Peragallo. L’Antonianum però riesce a scavare il primo solco grazie ai canestri di Biggio, Ruggeri (anche una “bomba” per il capitano) e D. Locci. Metà gara si chiude col libero di Pompianu da un lato e di Astara dall’altro (37-46 al 20’). Al rientro dagli spogliatoi l’Antonianum, seppur con qualche sofferenza, sembra poter controllare il match. Ai centri di Spano, Pompianu, Petretto e Pisano gli ospiti replicano sistematicamente con Pau, Deliperi e Biggio. Tre quarti di gara si chiudono con le realizzazioni di Tedde per i locali e D. Locci (dalla lunetta) per i biancoazzurri (50-61). Dopo l’ultimo riposo breve la gara diventa combattutissima. I locali trascinati da Veccia, Pompianu e Peragallo (autori anche di una tripla) e Pisano si rifanno sotto con Antonianum che in questa fase subisce il gioco dei locali e riesce a muovere lo score con Ruggeri, Astara, Musiu, Deliperi e Biggio. Una sequenza di Pisano, a cui risponde unicamente D. Locci dalla linea della carità, porta le due squadre sul punteggio di 75 pari a pochi secondi dal termine. Ci vuole una prodezza di D. Locci in penetrazione all'ultimo secondo per evitare l’overtime e portare così al successo la squadra quartese che riscatta lo scivolone interno di domenica scorsa.


Parziali:

20-21; 17-25; 13-15; 25-16.


Tabellino Porto Torres:

Lungheu, Petretto 5, Peragallo 9, Veccia 15, Pompianu 12, Pitzalis, Pisano 26, Bertolini ne, Leoni, Tedde 4, Spano 4, Garau ne. Allenatore: Emanuele Rotondo.


Tabellino Antonianum:

M. Locci 2, Ruggeri 9, D. Locci 20, Deliperi 7, Pau 13, Argiolas ne, Astara 6, F. Musiu 4, Biggio 16, Stocchino ne. Allenatore: Fabrizio Asunis.

Roster, calendario e risultati