C Femminile. San Salvatore 55 - Antonianum 46 PDF Stampa E-mail
Scritto da Max   
Domenica 17 Marzo 2019 20:45

 

Gara molto combattuta ed equilbrata tra il San Salvatore Selargius e l'Antonianum Quartu. Dopo un primo quarto che ha visto le locali condurre la partita sin dalle prime fasi (15-12 al 10') le biancoazzurre hanno recuperato il leggero ritardo ed hanno chiuso avanti metà gara (26-27). Al rientro dagli spogliatoi ancora grande equilibrio (35-34 per le selargine al 30') e match che si è deciso nell'ultima frazione di gioco in cui Pinna e compagne hanno ottenuto il break decisivo. Top-scorer del match Argiolas (Antonianum) che ha totalizzato un bottino di 20 punti. Per le locali in evidenza Pandori (15 punti), Loddo (12) e Melis (11). Con questo successo il San Salvatore consolida la quarta posizione in classifica.

Foto Gianni BiellaAsunis parte col quintetto Loddo, D. Pinna, Melis, Salvemme, Pandori mentre sull’altro lato Grandesso schiera lo starting five Cerbone, Papalexis, Argiolas, A. Pinna e Schirru. Le locali applicano una zona sistematica in difesa mentre in fase offensiva attaccano il canestro e scaricano velocemente con movimenti e tagli ben sincronizzati frutto di un’intesa ben affinata nei campionati giovanili. Protagonista dei primi minuti di gioco, dopo una serie di possessi terminati ai 24”, è Melis capace di andare a segno da sotto dopo due azioni corali giallonere con replica dall’arco di Cerbone che buca per la prima volta la zona locale (4-3).  Salvemme e Pandori mettono sotto pressione la difesa ospite trovando qualche buon spunto sottocanestro mentre si mostra precisa dalla distanza Loddo che oltre alla consueta vivacità sui due lati dal campo riesce a realizzare un jump-shot su tiro aperto. Per le biancoazzurre si erge a grande protagonista Argiolas che per due volte brucia la retina da fuori e con abili penetrazioni guadagna tiri dalla lunetta. Con il canestro in reverse della neoentrata Stoichkova il tabellone ora recita 11-9 al 7’.  Il primo quarto termina con le penetrazioni vincenti di Melis e Pandori mentre per le quartesi sono Biella (da fuori in arresto e tiro dopo una finta) e Papalexis dalla lunetta a trovare la via del canestro per il 15-12 al 10’. Dopo il primo mini-intervallo le locali provano ad allungare. Pandori è incontenibile in penetrazione e con il supporto di Loddo (tripla) trascina il San Salvatore che in questa fase subisce le due triple (provvidenziali per l'Antonianum) di Argiolas e Cerbone (22-18). Inizia  a scaldare la mano anche Papalexis che dalla lunetta e poi dall’arco riporta la squadra di Grandesso a contatto. Per le locali si registra l’ennesimo centro in entrata di Pandori e la doppietta dalla lunetta di Salvemme (26-25).  Metà gara si chiude con i liberi di Papalexis per il sorpasso ospite (26-27). Da registrare nei minuti finali del secondo quarto l’infortunio di A. Pinna per una botta sul costato. La sfortunata numero 18 ospite darà costretta a seguire le compagne dalla panchina nei restanti minuti di gioco. Al rientro dagli spogliatoi il match sale di livello agonistico. Le squadre producono un grande sforzo e si assiste ad una serie di errori su ambo i lati col punteggio che rimane basso. In particolare l’Antonianum rimane a secco per quasi 7’ in cui le padrone di casa costruiscono un piccolo tesoretto.  Loddo (da fuori) ed una scatenata Pandori portano all’allungo giallonero (+6; 33-27) con Argiolas che sblocca, dopo tanto tempo, lo score ospite del terzo parziale con un perfetto 2/2 dalla lunetta. Una buona iniziativa di Schirru (movimento da sotto chiuso in layup) ed un altro centro di Argiolas in penetrazione riportano in parità la gara (33-33). Il quarto si chiude con il libero di Papalexis da un lato e la doppietta dalla linea della carità per D. Pinna (35-34). Dopo l’ultimo mini-intervallo il match rimane in equilibrio. Dopo il centro di Stoichkova e la risposta di Argiolas dalla lunetta arriva la tripla, pesantissima, di D. Pinna che imprime un determinato indirizzo alla gara. E’ la stessa numero 12 di casa a trascinare il San Salvatore che in questa fase trova anche due buone iniziative di Melis e la tripla (micidiale) di Loddo. L’Antonianum, in questo periodo capace di replicare unicamente con Papalexis e Biella dal campo e con Argiolas su libero,  vede così le avversarie allontanarsi irreversibilmente (50-41). Dopo la penetrazione di Melis arriva sull’altro fronte la “bomba” di Biella che da ancora qualche speranza alle quartesi (51-42). La squadra di Asunis però riesce a controllare il tentativo di rimonta biancoazzurro e chiude il match con i liberi di Loddo e Stoichkova. Per l’Antonianum mette il sigillo allo score Argiolas (2/2 dalla lunetta e top-scorer della gara con 20 punti) per il definitivo 55-46.


Parziali:

15-12; 11-15; 9-7; 20-12.


Tabellino San Salvatore:
Melis 11, Gallus, D. Pinna 9, Loddo 12, Dessalvi, Castagna, Salvemme 3, Stoichkova 5, Pandori 15, Matta. Allenatore: Giuseppe Asunis.


Tabellino Antonianum:
Deiana, Schirru 2, Testoni ne, Fadda, Corda ne, Biella 7, Pinna, Papalexis 11, Argiolas 20, Cerbone 6, Lorusso ne, Mereu ne. Allenatore: Simone Grandesso Silvestri. Aiuto Allenatore: Carla Spolitu.