C Silver. Antonianum 80 - Sant'Orsola Sassari 96 PDF Stampa E-mail
Scritto da Max   
Lunedì 03 Aprile 2017 08:32

Battuta d’arresto per la squadra di Asunis e Puddu nel campionato di C Silver. I biancoazzurri sono stati sconfitti sul proprio campo al termine di un incontro condotto sin dalle prime battute dai sassaresi letteralmente scatenati dall’arco (saranno ben 11 le “bombe” piazzate dai ragazzi di Sorci nel corso del match). Dopo un primo quarto vivace (20-27) gli ospiti sono riusciti ad allungare (38-53 al 20’). Al rientro dagli spogliatoi l’Antonianum ha vanamente inseguito gli avversari arrivando sino al -8 (76-84 al 36’). L’imprecisione dalla lunetta unitamente ad una squadra ospite ordinata e precisa nelle conclusioni non hanno consentito ulteriori margini di recupero per i biancoazzurri che alla fine hanno ceduto per 80 a 96.
Top-scorer del match Biggio (24 punti) che ha provato a trascinare i compagni nei momenti difficili mentre per il Sant’Orsola c’è da registrare l’ottima prova corale testimoniata anche dallo scout che ha visto ben 7 giocatori in doppia cifra e tutti e 10 i giocatori del roster a referto punti.


Asunis propone il quintetto Biggio, Melis, Marco e Daniele Locci e Salis mentre sull’altro lato Sorci si affida inizialmente a Obino, Pani, Tola, Spano ed Alessandro Piras. Lo score viene sbloccato da M. Locci in penetrazione con repliche di Al. Piras (rimbalzo) e Spano (piazzato) per il Sant’Orsola (2-4). Un’azione da tre punti di Biggio (iniziata con un’entrata portentosa) porta all’effimero vantaggio per i biancoazzurri che poco dopo subiscono la prima tripla ad opera di Spano (5-7). M. Locci (ottimo il suo inizio) impatta dopo un’azione di forza nel pitturato (7-7) ma questo sarà anche l’ultimo “aggancio” tra le squadre primo dell’allungo decisivo dei sassaresi. Al suo ingresso in campo An. Piras va a realizzare in sottomano e poco dopo una combinazione Al. Piras-Spano porta gli ospiti sul +4 (7-11). Salis risponde dalla lunetta ma la squadra di Sorci oggi appare davvero ispirata e trova in Spano un implacabile cecchino dalla distanza e con la tripla di Pani il tabellone recita 9-16 per i sassaresi. M. Locci (jump-shot) prosegue nel suo buon momento ed insieme a Biggio (entrata vincente) prova a riportare sotto l’Antonianum  che però subisce due centri del solito Spano (uno dei quali da tre), un’entrata di An. Piras ed un’azione da tre punti che vede protagonista Pani per il +13 ospite (13-26). Buona la reazione dei locali nella parte finale del primo quarto. Biggio (due penetrazioni in fotocopia) e Melis dall’arco limano il ritardo in una fase in cui il Sant’Orsola muove lo score unicamente con An. Piras dalla lunetta (20-27 al 10’). Dopo il primo mini-intervallo il canovaccio del match non muta con Antonianum che insegue vanamente gli ospiti. D. Locci accorcia le distanze su assist di Biggio ma c’è poco tempo per gioire in quanto arriva come una mazzata la tripla di Obino (22-30). Ancora Biggio prova a trascinare la squadra (coast-to-coast) ma il Sant’Orsola replica con un centro da sotto di Cordedda ed un’altra “bomba” di Obino con unica risposta del neo-entrato Ruggueri dalla lunetta (25-37). La squadra di casa ha un buon momento. Mattana va a realizzare in layup , Biggio si produce in una delle sue solite percussioni in area e capitan Ruggeri piazza un jump-shot in allontanamento che porta l’Antonianum al -6 (31-37). Nel miglior momento dei locali la squadra di Sorci trova i centri fondamentali di Cordedda (uno dei quali alla sirena dei 24”), Al. Piras (bank-shot) e Langiu grazie ad  un alley-oop con Basoli (31-45). Dopo la risposta di Mattana con un piazzato gli ospiti ottengono il massimo vantaggio (+18) per effetto delle triple di Cordedda e Basoli (33-51). Onnis sblocca il suo score dall’arco con metà gara che si chiude con il gancio di Pani ed il 2/2 dalla lunetta del rientrante Serra (38-53). Al rientro dagli spogliatoi ci si attende la reazione dei locali. Biggio (entrata), Salis (assist di Onnis) ed ancora il numero 19 biancoazzurro vanno a segno con Sant’Orsola che si affida ad Alessandro ed Antonio Piras (44-57). L’Antonianum non riesce a ricucire lo strappo nonostante la grande verve di Biggio (a segno in seguito ad un buon rimbalzo offensivo). Sul punteggio di 46-57 arriva come una mazzata il tecnico per proteste a Salis che vede il rientro in panchina di quest’ultimo con Tola che capitalizza dalla lunetta (46-58). Melis prova a dare la scossa alla squadra con due entrate consecutive (50-60)  a cui risponde Al. Piras con un piazzato e poi dalla linea della carità. Ad Onnis e Biggio (tripla) fanno seguito le due “bombe” micidiali di An. Piras che demoralizzano i biancoazzurri (55-70). I padroni di casa non riescono a riportarsi sotto nonostante tutti i buoni propositi in quanto nei momenti cruciali i ragazzi di Antonello Sorci trovano sempre le conclusioni che bloccano la rincorsa dei quartesi. Quattro punti di Basoli nella fase finale del quarto mantengono a distanza di sicurezza i sassaresi che subiscono i centri di M. Locci (a seguito di un rimbalzo offensivo), Onnis (azione di fast-break) e D. Locci che alla sirena firma una tripla che da ancora qualche speranza alla squadra di Fabrizio Asunis (62-74). Dopo l’ultimo mini-intervallo si spera ancora in una rimonta dell’Antonianum. A Cordedda (prima a segno in semi-hook poi dopo aver catturato un rimbalzo offensivo) la squadra di casa risponde con M. e D. Locci dalla linea della carità e con Novelli dall’arco (67-78). Nuovo break sassarese con Langiu (2/2 dalla lunetta), Obino (azione da tre punti, canestro in entrata ed and-one) con vantaggio ospite ora di 16 lunghezze (67-83). In questo frangente l’Antonianum produce il suo massimo sforzo con una grande aggressività difensiva che porta a numerosi palloni recuperati anche se il divario non viene colmato anche a causa di una serie incredibile di errori dalla lunetta. Biggio (con due triple), D. Locci (tap-in) e Novelli (libero) mettono a referto i centri del -8 (76-84) in una fase in cui il Sant’Orsola realizza unicamente dalla lunetta con Basoli. E’ questo l’ultimo sussulto della gara. Pani e Basoli mettono a segno due “bombe” decisive e col contributo di Al. Piras e dello stesso Pani dalla linea della carità (2/2) la squadra ospite mette in sicurezza il risultato. Finale che registra i canestri di Melis (da fuori) e Ruggeri (arresto e tiro) per i quartesi e di Marongiu per il Sant’Orsola che fissano il punteggio sul definitivo 80 a 96.  

Parziali:
18-26; 20-27; 24-21; 18-22.

Tabellino Antonianum:
Novelli 4, Biggio 24, Melis 9, Ruggeri 5, Pau ne, D. Locci 8, Salis 8, M. Locci 9, Serra 2, Mattana 4, Onnis 7. Allenatore: Fabrizio Asunis. Aiuto Allenatore: Manuel Puddu.

Tabellino Sant’Orsola Sassari:
Spano 14, Marongiu 2, Piras Al. 16, Tola 1, Cordedda 13, Langiu 4, Obino 11, Piras An.11, Pani 13, Basoli 11. Allenatore: Antonello Sorci.

 

 

 

 

Fase ad orologio: risultati