C Silver. Olimpia Cagliari 72 - Antonianum 82 PDF Stampa E-mail
Scritto da Max   
Domenica 26 Marzo 2017 08:10

Partita ricca di colpi scena tra i padroni di casa dell’Olimpia Cagliari, guidati da Alessandro Sulis, e l’Antonianum Quartu di Asunis. Dopo un primo quarto del tutto favorevole ai biancoazzurri (4-18 al 5’; 16-25 al 10’) ed una seconda frazione di gioco in cui i quartesi hanno mantenuto un vantaggio in doppia cifra (+17, 16-33 al 13’; 33-44 al 20’) si è assistito al gran recupero dei padroni di casa che hanno chiuso in parità il terzo semitempo (56-56). Nel quarto conclusivo i locali sembravano aver la gara in pugno a 4’ dal termine (72-64 e l’inerzia del tutto favorevole con un D. Biggio scatenato dall’arco)  ma l’Antonianum con un finale di gara straordinario (ed un parziale di 0-18 !) ha ribaltato le sorti del match chiudendo con un vantaggio in doppia cifra. Una vittoria importante che mantiene i ragazzi di Asunis in lotta per la seconda piazza. Top-scorer del match Salis (25 punti) mentre per i locali, oltre al già citato D. Biggio (autore di 18 punti), in evidenza Pintor, anche lui con 18 punti di bottino. Buonissima la gara degli ospiti (eccezion fatta per un mediocre terzo quarto) con tutti i giocatori capaci di dare un buon contributo. Ci fa piacere sottolineare, nel momento decisivo della partita (sul punteggio di 72 a 64 per i locali), l’apporto decisivo di Mattana nel recuperare due palloni fondamentali (finalizzati da Salis e Biggio) più un centro in contropiede che hanno cambiato l’indirizzo della gara e che soprattutto hanno dato la scossa alla squadra che appariva meno brillante rispetto all’inizio della gara.

Sulis propone il quintetto D. Biggio, Vaccargiu, Brisu, Puddu e Pintor mentre sull’altro fronte Asunis si affida inizialmente allo starting five Melis, G. Biggio, M. Locci, D. Locci e Salis. Dopo un botta e risposta di M. Locci (assist di G. Biggio) e Vaccargiu (penetrazione) l’Antonianum prende il sopravvento grazie ad una buonissima difesa e a transizioni offensive di indubbia efficacia. Anche la manovra a difesa schierata risulta piuttosto fluida e spesso si riescono a sfruttare i tagli in post basso con buona capacità di lettura degli assist-man biancoazzurri. In poco tempo la squadra quartese raggiunge un vantaggio in doppia cifra. Salis (semigancio), D. Locci, G. Biggio (contropiede), M. Locci (azione in famiglia con Daniele) e ancora Salis (azione da tre punti) spingono l’Antonianum che in 4’ subisce solo un altro canestro ad opera di Pintor che sfrutta abilmente la sua esperienza nel pitturato avversario (4-18). Nonostante il divario la partita è solo all’inizio e l’Olimpia di questi ultimi tempi ha già dimostrato di saper tenere il campo, con squadra cagliaritana che grazie alla spinta dei più giovani ha mostrato in diverse occasioni grandi capacità di recupero. I più esperti Pintor e Leicis Cocco Ortu provano a riportare sotto i locali che si avvalgono della verve penetrativa di Vaccargiu e della buona dinamicità del giovane play Argiolas. L’Antonianum riesce a mantenere comunque un discreto vantaggio per effetto delle realizzazioni di Novelli e G. Biggio (anche una tripla per lui) con primo quarto che si chiude con la realizzazione di Limbardi dalla lunetta (16-25). Dopo il primo mini-intervallo il match appare saldamente nelle mani dei quartesi che con due triple di D. Locci e G. Biggio ed il centro di Onnis su assist dello stesso G. Biggio prendono il largo (+17; 16-33 al 13’). Ancora una volta Pintor prova a trascinare i suoi e col contributo di Puddu (due jump-shot in fotocopia) e D. Biggio l’Olimpia si riavvicina in una fase in cui i quartesi trovano un unico centro con Onnis (25-35). La gara ora è decisamente più equilibrata. A Salis (anche una “bomba” per lui) ed Onnis (buona penetrazione chiusa in layup) i locali rispondono con Puddu (terzo centro in jump-shot per l’ex biancoazzurro), D. Biggio (entrata) e Brisu che in due occasioni sfrutta un assist dello scatenato D. Biggio (33-44 al 20’). Al rientro dagli spogliatoi si assiste ad un autentico black-out per i ragazzi di Asunis. Solo G. Biggio muove lo score dalla lunetta per i biancoazzurri mentre i padroni di casa difendono con grande aggressività ed in attacco si avvalgono del contributo di D. Biggio, Vaccargiu e Pintor che dalla lunetta sigla i canestri del pareggio (46-46) per un parziale a favore dei bianco verdi di 13-2 in soli 150” di gioco. Dopo il nuovo vantaggio quartese (a segno Salis prima dalla linea della carità per un tecnico fischiato a Pintor e poco dopo in fade-away-jump-shot) un gran momento di Vaccargiu porta per la prima volta avanti i ragazzi di Sulis (50-49 al 25’).  Il match è ora aperto con squadre che si rincorrono punto a punto. Lecis Cocco Ortu, Limnbardi e Pintor (piazzato dai 6m) portano in avanti l’Olimpia con Antonianum che replica grazie a Salis (dalla lunetta e poi in azione di fast-break) e quindi Onnis che sigla il canestro del pareggio su assist di Melis (56-56 al 30’). Dopo l’ultimo riposo breve l’Antonianum sembra riprendere il feeling col gioco e prova un nuovo allungo. D.Locci (libero) e Melis (tripla) rimettono la freccia per i i quartesi (56-50) ma sull’altro fronte è sempre Pintor a rispondere (59-60). Onnis realizza dalla lunga distanza (canestro valutato da due per un piede che sfiora la linea dei tre punti) ma la squadra di Sulis ora ci crede e trova due incredibili “bombe” con D. Biggio e un’altra con Limbardi. Dopo il centro di Brisu (assist di Pintor) l’Olimpia matura il suo massimo vantaggio (+8; 70-62) con un parziale aperto di 11-2. Dopo il 2/2 dalla linea della carità di Salis è sempre il solito D. Biggio a rispondere per il 72-64 a tre minuti dalla fine che sembra ormai una sentenza definitiva per il match. Fondamentale in questo frangente l’apporto di Mattana che vivacizza la manovra ospite e soprattutto riesce, grazie ad una buona difesa press, a recuperare palloni preziosi. Tre iniziative del numero 23 ospite portano nell’ordine al tap-in vincente di Salis che si ripete poco dopo con un piazzato,  e ad un centro in contropiede dello stesso Mattana con match riaperto (72-70). L’inerzia è ormai tutta a favore degli ospiti che raggiungono il pari con G. Biggio (altro contropiede vincente dei biancoazzurri) e poi dilagano grazie alle realizzazioni dello stesso G. Biggio (2) ed Onnis (1) dall’arco. Salis sigilla il successo col libero (tecnico ai locali) che fissa il punteggio sul definitivo 72 a 82 maturato con un incredibile parziale conclusivo favorevole ai quartesi di 0-18 ! Un bellissimo match e tanti complimenti ai vincitori ma anche agli sconfitti che hanno dimostrato di essere cresciuti moltissimo rispetto alle prime apparizioni in campionato. Per l’Antonianum un successo preziosissimo per la lotta alla conquista del secondo posto, piazza temporaneamente occupata a pari merito con il Calasetta, vincitore a sorpresa in casa dell’Esperia. Mancano ora solo tre gare alla fine della stagione. Peccato che l’imminenza dei play-off nazionali non consenta la disputa di quelli regionali che da anni rendono affascinante, seguitissimo ed emozionante questo campionato.

 

 

Parziali:
16-25; 17-19; 23-12; 16-26.

 

Tabellino Olimpia Cagliari:
D. Biggio 18, Limbardi 6, Argiolas 4, Cau, Pintor 18, Cadoni ne, Puddu 6, Lecis 4, Vaccargiu 10, Brisu 6, Presta ne, Manca Tancredi. Allenatore: Alessandro Sulis.


Tabellino Antonianum:
Novelli 5, G. Biggio 17, Melis 5, Ruggeri, D. Locci 11, Salis 25, M. Locci 4, Serra ne, Mattana 2, Onnis 13, Piludu ne, Astara ne. Allenatore: Fabrizio Asunis.

 

Fase ad orologio: risultati